“Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè. Perché la colazione deve essere abbondante”. Ha ragione Charles Schulz. Certo iniziare con un dolce bacio al risveglio o con un abbraccio che odora di casa è il sogno di ognuno di noi. Ma per ricaricare le energie ed essere pronti ad affrontare una dura giornata tra scrivanie, conti, parole, figli, scuola, fornelli, traffico, ciò di cui abbiamo bisogno è una colazione abbondante e, soprattutto, sana.

Oggi mi sono svegliata più stanca di quando sono andata a dormire. Vi capita? A me spesso, purtroppo. Sarà il caldo, sarà lo stress, sarà la vacanza ancora lontana. E allora basta rimboccarsi le maniche e preparare in poco più di due minuti un ricco pasto della felicità: il mio è costituito da due vasetti di yogurt da 125 gr con muesli, mirtilli e una manciata abbondante di mandorle (io ne mangio una ventina ma le quantità e il tipo di frutta secca potete sceglierle a vostro gusto. Potete sostituire le mandorle con delle nocciole tostate, delle noci normali o pecan, degli anacardi).

Nell’epoca dei prodotti alimentari trasformati è difficile assumere tutte le fibre necessarie e, da questo punto di vista, il muesli è l’ingrediente perfetto: ha nella sua composizione sia fibre solubili che insolubili, che aiutano a diminuire il colesterolo e a prevenire i cambiamenti drastici di zucchero nel sangue. Inoltre, il muesli aiuta a prevenire la stipsi, migliorando l’attività del tratto intestinale.

A differenza del latte, lo yogurt è molto più digeribile e particolarmente indicato per quelle persone che necessitano di una dieta ricca di calcio; grazie al suo basso contenuto di lattosio che raggiunge solo il 3%, lo yogurt può essere consumato anche dai soggetti intolleranti o allergici al latte.

Il mirtillo è poi un piccolo scrigno prezioso. I suoi grandi pregi nutritivi derivano dalla ricca presenza di vitamina A e C (quelle in maggior quantità), ma anche di vitamine B1, B2, PP e di sali minerali essenziali per il nostro organismo (calcio, fosforo, ferro, sodio e potassio), che conferiscono alle bacche un’azione antiossidante.

IMG_20150718_111932

Le mandorle infine costituiscono un’ottima riserva di vitamina E, sali minerali, magnesio, ferro, calcio e fibre. Grazie al loro contenuto di grassi “buoni”, le mandorle hanno la capacità di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Da sempre utilizzate nella cosmetica per limitare l’insorgenza delle rughe e gli estetismi delle smagliature, le mandorle ci aiutano a combattere l’invecchiamento e il rilassamento cutaneo anche dall’interno del nostro organismo. Il loro punto di forza è costituito dalla presenza dei cosiddetti polifenoli, potenti sostanze antiossidanti, capaci di ostacolare i danni causati dalla formazione dei radicali liberi. Una piccola precisazione: queste sostanze sono per lo più presenti nella buccia, ecco perché è consigliabile mangiare le mandorle senza privarle della loro pellicina.

Buon appetito!

Advertisements