Ai Ai i dolci, croce e delizia. “Non potrei mai rinunciare ai biscotti da inzuppare nel latte”, “Vi prego, toglietemi tutto ma non quella benedetta tavoletta di cioccolato”. Tranquilli. Coniugare la dieta con il piacere unico di gustare prelibatezze zuccherine è possibile, a patto che questo piacere venga consumato a colazione, il primo pasto della giornata, quello che ci deve fornire almeno il 15% di tutto il nostro fabbisogno energetico, e che invece, spesso e volentieri, saltiamo a piè pari. Che c’è? Non è forse vero? Sveglia che non si sente, o si fa finta di non sentire, doccia veloce, corsa al lavoro, se va bene un caffè al volo mentre si prepara la borsa o la valigia. Vi ho scovati? E’ la vostra routine mattutina ammettetetelo. Bene, niente di più sbagliato.

Adesso ascoltate. Siamo abituati a pensare che i dolci debbano essere banditi dalla nostra tavola durante tutto il periodo in cui seguiamo un regime ipocalorico, perché si sa che gli zuccheri semplici innalzano rapidamente l’indice glicemico e fanno accumulare grassi. Tuttavia, se c’è un momento della nostra giornata in cui di quegli zuccheri abbiamo bisogno è proprio al mattino appena svegli, perché il nostro organismo è provato dal digiuno notturno e ha bisogno di “ricaricare le pile” rapidamente per poter affrontare la lunga giornata che ci si apre davanti.

Prendete il taccuino e sturate le orecchie. Una dieta che proibisca qualsiasi tipo di dolce e magari pure i carboidrati in qualsiasi forma è certamente efficace all’inizio, ma poi spesso induce veri e propri sintomi da astinenza provocando crisi fameliche e portando a recuperare velocemente i chili persi: evitare del tutto un tipo di cibo può provocare, a livello psicologico, una sorta di dipendenza per cui si finisce per pensarci e desiderarlo tutto il tempo.

Mangiare un dolce al mattino può invece tenere alla larga i pensieri golosi per tutta la giornata, oltre a essere un buon mezzo per garantire all’organismo l’energia di cui ha bisogno. Che state aspettando? Su, su…e buona colazione.

Annunci