La freschezza dei cristalli di ghiaccio al sapore di frutta mista alla morbidezza calda della brioche sono un’oasi di piacere per il palato difficile da dimenticare. Chi ha assaggiato anche una sola volta la tipica granita siciliana accompagnata dal dolce tipico sa di cosa parlo.

E chi non l’ha mai provata lo faccia subito, è un sacrilegio rinunciare a un’esperienza ipergolosa che abbraccia tutti i sensi. Oltre ai classici gusti al limone, alla fragola, al caffè e alle mandorle, i bar e le gelaterie ne propongono continuamente di nuovi in un’incessante competizione per conquistare i palati più curiosi: dal mandarino al pistacchio, alla pera e cioccolato, alla pesca, al melone. Io, questa mattina, ho provato quella ai gelsi.

Le origini della granita vengono solitamente fatte risalire alla dominazione araba in Sicilia. Gli arabi portarono con sé la ricetta dello sherbet, bevanda ghiacciata aromatizzata con succhi di frutta o acqua di rose. In Sicilia, usavano la neve che d’inverno veniva raccolta sull’Etna, sui monti Peloritani, Iblei o Nebrodi e stivata durante l’anno nelle nivieri, apposite costruzioni in pietra erette sopra grotte naturali o artificiali. In estate veniva prelevato il ghiaccio formatosi per essere poi grattato e ricoperto di sciroppi di frutta o di fiori.

Ingredienti per granita ai gelsi

1 kg di gelsi neri
1 limone
200 gr di zucchero Ingredienti per le brioche

Procedimento

Lavare delicatamente i gelsi, asciugarli con attenzione e passarli nel passaverdure. Ricavarne il succo e la polpa. Spremere un limone, filtrarne il succo e unirlo alla polpa dei gelsi. Versare mezzo litro di acqua in una pentola capiente, unire lo zucchero e portare a bollore mantenendo la fiamma bassa. Fare raffreddare lo sciroppo ottenuto e unirlo alla polpa di gelsi. Mescolare bene e trasferire in frigo per 30 minuti. Trascorso questo tempo versare il composto freddo nella gelatiera ed azionarla secondo le istruzioni dell’elettrodomestico. Ci vorranno all’incirca 20 minuti.

Ingredienti per le brioche

500 gr Farina 00
5 gr Lievito di birra disidratato (oppure fresco 15 gr)
80 gr Zucchero semolato
15 g sale
70 ml Latte tiepido
6 Uova medie 6
350 gr Burro ammorbidito

Per spennellare: un uovo, 1 tuorlo, 2 cucchiai panna fresca liquida

Procedimento

Per realizzare le brioche iniziate setacciando la farina, questa operazione è importante perché permette di eliminare grumi ed impurità. Poi ponetela in una planetaria munita di gancio aggiungete lo zucchero, il sale e il lievito disidratato. Se avete il lievito di birra fresco, scioglietelo nel latte tiepido e incorporatelo al composto. Azionate la macchina e unite le uova a temperatura ambiente avendo cura di incorporarle una alla volta, versate il latte tiepido e continuate ad impastare finché il composto non si incorderà al gancio.

Tagliate il burro morbido a cubetti e incorporatelo un po’ alla volta, aspettando che si assorba il pezzetto precedente prima di aggiungere il successivo. Questa operazione richiederà almeno 30 minuti, quando l’impasto sarà bene amalgamato versatelo all’interno di una ciotola, copritelo con la pellicola e lasciatelo lievitare per circa 3 ore a temperatura ambiente. Trascorso il tempo indicato riponetelo in frigorifero per altre 12 ore (raccomandiamo di non superare le 24 ore), poiché l’impasto contiene molto burro il freddo aiuterà a lavorarlo meglio. Passato il tempo necessario, prendete l’impasto lievitato e lavoratelo immediatamente da freddo: ponetelo su una spianatoia leggermente infarinata.

Dategli la forma di un filone da cui ricavare 8 pezzi uguali del peso di circa 150 gr ciascuno. Prendete un bocconcino, dategli la forma di un filoncino e create una strozzatura tra 1/3 e 2/3 di impasto a mo’ di “birillo”, senza dividerlo. Una volta realizzata la forma, bucate al centro il pezzo più grande e fate passare nel buco la parte più piccola.

Una volta data la forma del classico “tuppo”, ponete le brioche su una leccarda rivestita con carta da forno, spennellate la superficie con del tuorlo sbattuto con la panna. Non ponete più di 4 brioche su ogni leccarda perché raddoppieranno il loro volume durante la lievitazione e poi in cottura. Ponete ora le brioche a lievitare per 1 ore e 30 minuti in forno spento con la luce accesa. Poi cuocete in forno ventilato preriscaldato a 160° per 25-30 minuti (oppure in forno statico a 180° per 35-40 minuti).

A cottura ultimata, sfornate le brioche e lasciatele intiepidire su una gratella, infine gustate le vostre brioche accompagnandole con le tipiche granite siciliane, come la granita ai gelsi!

Che dire, buona granita con brioche a todos! 😀

Advertisements